Il sistema automatico di Brescia

Il funzionamento della metropolitana di Brescia è gestito in modo completamente automatico e in completa sicurezza grazie ad un sofisticato sistema di controllo costituito da apparecchiature elettrodiche. Questi dispositivi sono collocati lungo la linea, nelle stazioni, sui treni e presso il Posto Centrale Operativo (PCO) di Sant’Eufemia/Buffalora dove sono presenti il deposito, l’officina e gli uffici.

Il PCO rappresenta il vero e proprio “cervello” del sistema. Qui infatti sono presenti i principali elaboratori e le varie apparecchiature di controllo e di telecomunicazione a cui è affidata la gestione della linea. Per la supervisione del sistema, Il PCO comprende una sala di controllo principale, dove agiscono contemporaneamente fino a quattro operatori nelle ore di massimo carico. Oltre a questa sala, ne è prevista anche una di emergenza in caso di necessità e di indisponibilità di quella principale. Utilizzando i dispositivi e i terminali del PCO, gli operatori detengono il continuo e completo controllo sullo stato del sistema nel suo complesso.

Il costante contatto tra gli operatori del PCO e il personale di servizio itinerante lungo la linea consente un rapito ed immediato intervento in qualsiasi momento. Così facendo vengono garantite la perfetta manutenzione delle funzionalità degli impianti e l’assistenza adeguata ai passeggeri in caso di necessità. Il sistema è stato progettato per l’esercizio integralmente automatico, quindi non prevede alcun conducente o altro personale fisso a bordo dei treni. Gli impianti hanno caratteristiche che li rendono sicuri e affidabili per la continuità del funzionamento della linea. Lo stato delle apparecchiature di bordo e delle attrezzature a terra è rilevato a distanza, permettendo la verifica in tempo reale dell’efficienza di tutte le funzioni fondamentali.

La gestione automatica e centralizzata della marcia dei treni consente di ottenere notevoli vantaggi rispetto ai sistemi tradizionali di metropolitana a guida manuale o semiautomatica (con assistente a bordo che provvede alla chiusura delle porte e alla partenza del treno). Questo tipo di gestione non è condizionata dalla disponibilità del personale di guida. È infatti sufficiente avere il personale del PCO operativo e presente 24 ore su 24.

Per soddisfare variazioni della richiesta di trasporto, anche non prevedibili, la frequenza dei passaggi, il numero dei treni in servizio, la velocità e i tempi di sosta in stazione possono essere cambiati automaticamente in qualsiasi momento. La flessibilità riguarda anche la durata giornaliera del servizio che può venire modulata per casi eccezionali (festività, manifestazioni, ecc.). Il sistema di automazione permette inoltre il passaggio graduale e razionale fra una tabella di esercizio e l’altra, ad esempio dal servizio dell’ora di punta a quello dell’ora di morbida. In caso di perturbazioni che provocano rallentamenti in un settore della linea, grazie al sistema è possibile riposizionare i treni in maniera uniforme per mantenere una frequenza accettabile fino al termine della perturbazione.

< Torna a Metropolitana

 

 

--ZA--