A Decrease font size. A Reset font size. A Increase font size.

Parcheggio Prealpino

image progetti

ENTE APPALTANTE

Brescia Infrastrutture S.r.l.

RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

Ing. Alberto Merlini

RESPONSABILE DEL PROGETTO

Brescia Infrastrutture S.r.l.
Arch. Paola Daleffe

Realizzazione parcheggio multipiano di interscambio nei pressi della fermata Prealpino, Brescia

L’area oggetto di intervento si trova a nord del territorio comunale, fra i quartieri di Casazza e del Villaggio Prealpino, in prossimità dell’inizio della tangenziale Montelungo su Via Triumplina.

La zona d’interesse è ad oggi occupata dalla fermata Prealpino della linea metropolitana e dalle relative opere associate, quali spazi pavimentati, aree per la sosta di auto e bus, percorsi stradali a servizio della fermata e zone verdi. La realizzazione di queste opere risale al 2013, anno in cui è entrata in funzione la metropolitana.

Il progetto prevede l’intervento nelle aree a nord di Via dell’Arsenale, lasciando invariata la piazza che circonda la stazione della metro. L’obiettivo è quello di valorizzare queste zone e di migliorare i servizi di interscambio inerenti alla mobilità.

Il ridisegno dell’area tra il capolinea Prealpino e la confluenza di Via Monte Lungo con Via Triumplina ha diversi scopi e vuole essere una scelta strategica per la città, a supporto di quanto previsto dalla pianificazione urbanistica, infrastrutturale e di area vasta.

Gli obiettivi dell’intervento si possono sintetizzare in tre punti:

  • attrezzare il capolinea con un parcheggio scambiatore, in grado di garantire la sosta di mezzi privati provenienti dalla Val Trompia per incentivare gli automobilisti a raggiungere il centro città utilizzando la metropolitana;
  • allestire un nodo di intermobilità, integrando anche un’importante riorganizzazione urbana della rete del Trasporto Pubblico Locale;
  • creare i presupposti per una futura connessione ciclo-pedonale tra il Villaggio Prealpino e la stazione della metropolitana, collegando i due principali parchi territoriali della città.

Questo progetto si inserisce perfettamente nelle linee di indirizzo tracciate dal Piano Urbano della Mobilità Sostenibile (PUMS), adottato con Delibera di Giunta il 12.12 2017, che puntano a privilegiare la viabilità non motorizzata, a sostenere il trasporto pubblico e a ri-orientare la mobilità automobilistica privata.

Il PUMS insiste sul fatto che “risulterà prioritario il potenziamento del sistema dei parcheggi scambiatori, secondo l’originaria pianificazione, curando l’accessibilità ciclo-pedonale delle fermate”. In quest’ottica il progetto organizza: la sosta, a raso o ai piani, di circa 1000 veicoli; la fermata di sette autobus extraurbani e uno urbano; la postazione dedicata al bike sharing; e l’accesso ai treni metropolitani.

 

 

--ZA--