(0)
8 Settembre 2017

OGGETTO DELL’INTERVENTO

L’area oggetto di intervento interessa un estensione di 24.000 mq comprendente Via Milano per un tratto pari a circa 1 km compreso tra la tangenziale Ovest e l’Esselunga, le aree antistanti gli edifici storici del plesso Caffaro e del parco Peter Benenson, nonché Via Villa Glori per un tratto di circa 280 m fino alla linea ferroviaria Brescia – Iseo – Edolo.

L’obbiettivo della riqualificazione è il miglioramento della vivibilità del quartiere tramite un ripensamento degli spazi aperti che, attraverso un progetto di suolo, riordini gli ambiti della viabilità carraia a favore della mobilità dolce individuando nuovi spazi pedonali dedicati alla socializzazione.

Il ridimensionamento della sede stradale ha consentito di introdurre, in lato nord e sud, un sistema ciclo pedonale a senso unico avente larghezza minima pari a 3 m: le nuove piste ciclabili corrono in sede propria e sono collocate alla quota dei marciapiedi. Tale sistema, dedicato alla mobilità dolce, è caratterizzato da una doppia colorazione delle pavimentazioni: arancione per il ciclabile e bordeaux per il pedonale. Altresì, come si nota nei render illustrativi seguenti, gli attraversamenti pedonali saranno complanari ai marciapiedi.

La messa in sicurezza degli ambiti ciclo pedonali rispetto al sedime carraio avverrà tramite l’introduzione di dissuasori metallici a paletto posizionati lungo il ciglio stradale ad una distanza intermedia di 150 cm l’uno dall’altro.

Le piste ciclabili poste a nord e sud saranno interconnesse dagli attraversamenti stradali e supportate dalla presenza di rastrelliere porta biciclette poste all’interno dell’area Caffaro, ove trova collocazione anche una postazione di Bicimia.

Lungo la Via Milano, una segnaletica tattile per le persone con disabilità visiva, costituita da pavimentazioni in rilievo secondo il sistema Loges, sarà posizionata in corrispondenza di tutti gli attraversamenti pedonali nonchè nei pressi delle fermate degli autobus.

Il progetto prevede la dismissione della sosta lungo la Via Milano e la sua riorganizzazione all’interno delle aree di progetto poste ai margini nord e sud: tali nuovi parcheggi sono pensati su spazi autonomi facilmente accessibili e prevedono anche due stalli per i disabili e uno dedicato alle auto elettriche.

Il carico e lo scarico merci sarà gestito lungo la via attraverso quattro aree per lo scarico e il carico delle merci, che saranno posizionati nei pressi dell’incrocio con Via Villa Glori e in corrispondenza del parco Peter Benenson.

Anche le fermate del trasporto pubblico saranno riorganizzate il progetto prevede la ricollocazione delle fermate dell’autobus urbano, e il numero degli stalli di fermata sarà portato a 6. Tutte le fermate avranno la predisposizione per il posizionamento di paline segnaletiche elettroniche, mentre quelle in corrispondenza del teatro, in lato nord e sud, saranno dotate di due pensiline per l’attesa degli utenti.

AREA CAFFARO

La rigenerazione delle aree fronteggianti gli edifici storici della Caffaro è l’occasione per dare alla Via Milano una dotazione di spazi pedonali di qualità oggi mancanti. Il progetto prevede per queste aree la realizzazione di nuove piazze, di spazi alberati e luoghi per la sosta.

La riqualificazione, oltre a valorizzare la potenzialità delle architetture neogotiche novecentesche presenti in loco, introduce una “pausa” nel sistema viario della Via Milano e un momento di attrazione per l’automobilista che, attraversando in direzione nord sud la via, è reso partecipe di un ampio spazio ludico ove le persone possono socializzare. I nuovi ambiti determinano una composizione spaziale che si sviluppa sia in direzione nord-sud, a scavalco della via, sia in direzione est-ovest e sono arricchiti da panchine, fontane ed ampi campi portanti alberature a filare e a bosco.

I nuovi spazi pedonali saranno dotati di un arredo urbano integrato con il progetto di suolo, costituito da panchine realizzate in opera con seduta in granito.

Il controcampo agli edifici storici della Caffaro sarà realizzato con una struttura in ferro che determina la presenza di un pergolato antistante il fabbricato dell’ex benzinaio.

L’INGRESSO AL PARCO BENENSON

Lungo il tratto riqualificato di Via Milano si affaccia, in zona ovest nei pressi del teatro, il parco pubblico denominato Peter Benenson. L’accesso attuale al parco è costituito da una rientranza del marciapiede e da una recinzione in calcestruzzo sormontata da una cancellata in ferro. Il tema  non risolto del limite e dell’accesso hanno suggerito di riqualificare il fronte del parco realizzando una piazzetta sormontata da un pergolato al fine di restituire al parco una visibilità e un’accessibilità più consona oltre a ricostruire un limite capace di essere attrattivo nei confronti del passante.

GALLERY:

 

ALLEGATI:

Relazione generale progetto “Oltre la strada” >>

RASSEGNA STAMPA:

Rassegna stampa del 13/10/2017 >>

Bresciaoggi del 14/07/2017 >>

Giornale di Brescia del 14/07/2017 >>

 

 

Per ulteriori info:
Area Ingegneria e Patrimonio – Brescia Infrastrutture Srl
Via Triumplina 14 – 25123 Brescia
Tel 030/3061400
www.bresciainfrastrutture.it

 

Data ultimo aggiornamento scheda: 25/10/2017