17 Aprile 2015

Il parcheggio del “Condominio Autosilouno” in via Vittorio Emanuele II è costituito da oltre 690 posti auto distribuiti su 7 piani fuori terra e tre interrati. Di questi solo 330 posti auto (su 5 piani – dal 4° all’8°) sono adibiti ad uso pubblico, mentre la restante parte è frazionata su numerose diverse proprietà (moltissimi sono i singoli posti auto di proprietà). Gli spazi, impianti ed accessori di servizio sono comuni a tutte le aree di parcheggio (quali, ad esempio: rampe, ascensori ed altri accessi pedonali, locale cassa e gestione, impianti di gestione veicolare, impianti elettrici e di rilevazione) e quindi vengono gestiti a livello condominiale. Il parcheggio Autosilouno, nel suo insieme, ottenne in origine un primo Certificato di Prevenzione Incendi (C.P.I.) nel 1973, mentre nel 1995, a seguito di modifiche all’edificio ed evoluzioni normative, ottenne il Nulla Osta Provvisorio di Prevenzione Incendi (NOP). Il NOP, ai sensi del successivo D.M. 29.12.2005, è rimasto valido fino al 31/05/2009, data di decadenza del medesimo ed entro la quale doveva essere sostituito dal Certificato di Prevenzione Incendi secondo la nuova, nel frattempo intervenuta, assai più stringente normativa. Il Condominio, tramite il suo Amministratore, si è attivato, dal 2009 ad oggi, per approntare la relativa pratica di ottenimento del nuovo CPI, che presuppone tuttavia l’esecuzione di una pesante ed invasiva serie di lavori di adeguamento strutturale ed impiantistico su un’opera esistente di tale volume ed età, vista l’evoluzione della normativa in tema di prevenzione incendi intervenuta negli anni rispetto all’epoca di costruzione dell’edificio, risalente ai primi anni 70. Purtroppo in questi anni, nonostante l’approccio sempre propositivo di Brescia Infrastrutture e di Brescia Mobilità (nei rispettivi ruoli di proprietaria e gestore della porzione di parcheggio pubblico) l’assemblea non è riuscita, nonostante i numerosi e ripetuti approcci progettuali effettuati, ad addivenire ad una decisione univoca e veloce, viste anche le cifre in gioco, in merito alla realizzazione delle opere di adeguamento necessarie all’ottenimento della certificazione di prevenzione incendi. Gli Enti coinvolti non hanno mancato di evidenziare al condominio la situazione imponendo precisi termini e l’Amministrazione Comunale ha ritenuto improcrastinabile procedere alla dichiarazione di inagibilità dell’intero parcheggio, “fino all’esecuzione delle opere necessarie a garantire la sicurezza ai fini della normativa antincendio ed ai criteri di prevenzione incendi”. Condividendo le motivazioni dell’Amministrazione Comunale, la proprietà ed il gestore della porzione di parcheggio ad uso pubblico procederanno pertanto da DOMENICA 19 Aprile 2015, indipendentemente dalle determinazioni delle altre proprietà private costituenti il condominio, a cessare temporaneamente l’attività di esercizio dei posti auto ad uso pubblico, chiudendone l’accesso, ma riservandosi la pronta riattivazione una volta ripristinate le condizioni di agibilità dell’autorimessa. I clienti abbonati al parcheggio gestito da Brescia Mobilità potranno comunque contare su soluzioni di sosta alternative, offerte a condizioni economiche uguali se non migliorative, nelle vicine strutture di sosta gestite dalla società stessa, tra le quali, in primis, perché assai vicino, il parcheggio Palagiustizia.

Scarica il comunicato stampa in formato PDF qui.